martedì 20 settembre 2016

rivisti & corretti: meglio usare la carta prepagata?


Meglio una carta di credito o una prepagata per fare acquisti on line? Sfatiamo subito la credenza secondo la quale le carte di credito sono meno sicure rispetto alle prepagate: la legge, infatti, tutela ampiamente i titolari di carte di pagamento  in caso di uso fraudolento a seguito di furto o smarrimento, facendo ricadere tutte le conseguenze delle falle di un sistema informatico non ancora protetto in maniera adeguata  su chi emette le carte. Che siano di credito o prepagate.

CHE DIFFERENZA C'E' TRA UNA PREPAGATA E UNA CARTA DI CREDITO?
Entrambe sono strumenti di pagamento che possono essere usati per fare acquisti nei negozi tradizionali e virtuali (su internet).
La carta di credito permette di pagare il mese successivo a quello in cui vengono effettuati gli acquisti ed è necessariamente collegata a un conto corrente.
La prepagata è una carta di debito, perchè gli acquisti sono addebitati nel momento in cui sono stati fatti e può essere utilizzata solo nei limiti del denaro caricato.
Non bisogna lasciarsi ingannare dal fatto che solitamente le prepagate non hanno un canone fisso (a differenza delle carte di credito, che ce l'hanno sempre), in quanto il loro uso si paga, eccome: ci sono commissioni per le ricariche, per i prelievi agli sportelli automatici e (quasi tutte) anche un costo di emissione.


LA CARTA MEGLIO ASSOCIARLA A UN CONTO PAYPAL
Per i vostri acquisti on line, sia che avete una carta di credito, sia che avete una prepagata, vi consiglio sempre di aprire un conto Paypal: si tratta di un conto virtuale e soprattutto gratuito (per chi acquista), al momento  ritenuto tra i metodi più sicuri per le transazioni on line, in quanto non fornisce al venditore i propri dati e protegge per l'intero valore dell'acquisto in caso non si riceva l'oggetto acquistato e regolarmente pagato. Da un pò di tempo circolano anche carte prepagate Paypal, che hanno una funzione uguale alle altre prepagate.

Questo articolo è una versione riveduta e corretta di quello pubblicato nell'agosto 2011 (per chi fosse interessato, ecco il link: https://howbuylu.blogspot.it/2011/08/acquisti-on-line-meglio-la-prepagata.html )


lunedì 29 agosto 2016

saldi e occasioni di fine stagione

Eccovi i codici sconto di alcuni negozi online e qualche occasione last minute scovata dal web per voi.... 



ZALANDO.IT codice sconto 10% per tutti gli acquisti di almeno 100 euro: CSZWUNUE8 scade il 31 agosto


ASOS.COM ulteriore 10% di sconto sui saldi grazie al codice MOREPLEASE scade il 31 agosto


SECRETSALES.COM grandi sconti, fino all'80%, con la vendita The big summer clearance (eccovi alcuni brand che vi potete trovare: Gucci, Puma, Christian Louboutin, Jimmy Choo, Lanvin...)



MANDMDIRECT.COM nell'area clearance potete trovare buoni affari, come i due modelli di Adidas (per donna) nella foto qui sopra a £ 14,99 oppure questo piumino Caterpillar a £ 9,90


SPENCE.IT nell'area saldi sconti fino all'80%: qui sopra pantaloni jeans donna "Cheap monday" a 17,70€


PRIVATEOUTLET.IT date un'occhiata alle offerte a 5 e a 10 euro, anche se rimangono gli ultimi pezzi.... Birkensock a partire da 6 euro direi non male, no?


AIRBNB.IT per chi cerca una camera, un appartamento o uno spazio in affitto: una valida alternativa agli hotels. Registrandovi attraverso questo link, otterrete un credito di 30 euro che potete scontare dalla vostra prima prenotazione: www.airbnb.it/c/lsantoro7


VENERE.COM iscrivendovi alla newsletter riceverete promozioni e periodici sconti riservati, effettuando invece una prenotazione dall'App otterrete uno sconto del 15% inserendo il codice MOBVAW8










mercoledì 24 agosto 2016

attenti alle false emails



Negli ultimi mesi sono aumentate le segnalazioni di emails provenienti dalle agenzie delle entrate o da equitalia o ancora dalla procura della repubblica, atte a presunte verifiche, accertamenti fiscali o casi simili. Queste emails, in realtà, sono semplicemente dei tentativi di phishing, ovvero di frode finalizzata all'acquisizione di dati riservati, come ad esempio i dati della carta di credito.  Il "trucco" è quello di inviare una email con intestazione molto simile all'originale e creare una sorta di allarme in chi la riceve, come per il caso in cui viene richiesta una verifica del proprio conto perchè momentaneamente bloccato: la speranza di questi truffaldini è che l'ignaro utente, proprio perchè impaurito, clicchi sul link in allegato alla email e fornisca quei dati sensibili (solitamente quelli della carta di credito). Fate quindi molta attenzione a questi tipi di emails, cestinatele subito e casomai sporgete denuncia alla polizia postale: nessuna Banca o Procura della Repubblica, nè Equitalia e tantomeno l'Agenzia delle entrate usa inviare emails per simili richieste.



AIRBNB.IT
Airbnb è il portale che mette in contatto persone che cercano un alloggio o una camera anche per brevi periodi con persone che dispongono di spazi da affittare. E' una valida alternativa agli hotels ed è una realtà che si sta espandendo moltissimo, presente in tutto il mondo. Vi segnalo un codice sconto di 30 euro (che potrete scalare dalla vostra prima prenotazione) iscrivendovi attraverso questo link: www.airbnb.it/c/lsantoro7



MENLOOK.COM
sconto del 30% su tantissimi articoli inserendo il codice FEVER, per acquisti pari o superiori a 150 euro, scade il 31 agosto 2016. In più, spedizione gratuita per acquisti di almeno 99 euro


                           
SPARTOO.IT
sconto del 20% su tutti gli ordini di almeno 150 euro inserendo il codice AFSEP1621 valido fino al 13 settembre 2016



                           



sabato 30 aprile 2016

voli e hotel: siti comparatori a confronto



Quando cerchiamo un volo, un hotel o un trasferimento con l'auto o il traghetto, spesso ci affidiamo - allo scopo di trovare la tariffa migliore o comunque la miglior soluzione per noi - ai siti comparatori ovvero a quei siti che mettono a confronto le tariffe delle varie agenzie online e che altrettanto spesso ce ne forniscono anche una valutazione (in base alla soddisfazione dei clienti, ai servizi offerti, ecc). Quanto siano "sponsorizzate" tali valutazioni non è dato saperlo,  in generale possiamo affermare che questi siti sono di notevole aiuto per le nostre ricerche: ma quali risultano essere più attendibili ovvero meno influenzabili da eventuali sponsorizzazioni? Per una volta, proviamo noi a "comparare" i comparatori, almeno quelli più conosciuti, e cerchiamo di capirne (se ci sono) le differenze...
I siti che abbiamo "interrogato" sono: Skyscanner.com: confronta voli, hotels e trasferimenti auto
Trivago.it: confronta hotels 
Hotelscombined.it: confronta hotels
Momondo.it: confronta voli, hotels, trasferimenti auto
Kayak.it: confronta voli, hotels, trasferimenti auto, pacchetti vacanze, treni

Le nostre ricerche: abbiamo cercato un volo per Spalato (Croazia) con partenza da Milano l'8 Luglio e rientro il 13: Skyscanner e Momondo permettono anche una schermata dei voli di tutto il mese, in modo da poter scegliere altre date, se più convenienti: Kayak non ha questa funzione ma permette di indicare date variabili, così da individuare eventualmente un volo più economico in una data vicina. 

Abbiamo cercato un hotel 4****a Roma, un soggiorno di una notte in camera matrimoniale dal 22 al 23 Maggio (in zona centrale): abbiamo scelto l'albergo Ottocento, un hotel con un'ottima valutazione su diversi siti e in zona centrale. Su Skyscanner, Kayak e Trivago, per questo hotel, i prezzi partono da 179€ (offerta Booking); su Momondo l'offerta migliore risulta essere sempre quella di Booking ma a 162€: proviamo a cliccare sul link che ci indirizza all'offerta e il prezzo "magicamente" lievita a 179€ (esattamente quello degli altri siti)! E lo stesso capita se interroghiamo Hotelscombined.

Abbiamo effettuato la ricerca per tre voli, in tre date separate, per tre diverse località (volo a/r con partenze da Roma, Milano e Napoli rispettivamente per Praga, Madrid e Catania). I comparatori interrogati forniscono le stesse indicazioni sul prezzo più economico.

Abbiamo effettuato la ricerca per due soggiorni, in due date separate, per due località diverse (camera matrimoniale in hotel a 3*** rispettivamente ad Amsterdam e Lisbona, durata del soggiorno 3 notti/4 giorni). Ecco i risultati: 
Skyscanner: soluzione più economica a LISBONA da 117€ (Wallis Sao Bento), AMSTERDAM a partire da 185€ (Tulip Inn) ; soluzione più "centrale" LISBONA a partire da 309€ (My Story hotel Ouro), AMSTERDAM a partire da 460€ (Rokin)
Kayak: soluzione più economica LISBONA da 117€; AMSTERDAM a partire da 194€; più centrale LISBONA a partire da 312€, AMSTERDAM a partire da 460€
Momondo: soluzione più economica LISBONA da 60€ (LarExport Chile hotel Lisbon), AMSTERDAM a partire da 185€; quella più centrale LISBONA da 291€ (My Story hotel Ouro) ma cliccando sul link relativo all'offerta il prezzo lieviterà a 309€, AMSTERDAM a partire da 460€
Trivago: soluzione più economica LISBONA a partire da 89€ (Residencial Marisela), AMSTERDAM a partire da 244€; quella più centrale LISBONA a partire da 363€ (My Story hotel Ouro), ad AMSTERDAM a partire da 460€
Hotelscombined: soluzione più economica LISBONA a partire da 60€ (LarExport Chile hotel Lisbon), ad AMSTERDAM da 185; soluzione più centrale a LISBONA a partire da 291€ (My Story hotel Ouro) ma cliccando sul link relativo all'offerta il prezzo lieviterà a 309€, ad AMSTERDAM a partire da 460€.

Conclusioni: i siti comparatori si comportano tutti allo stesso modo, nella maggior parte dei casi- sia la ricerca dei voli che di hotels- indicano le stesse soluzioni più economiche; differiscono invece riguardo a valutazioni e "indirizzamenti" alle  varie proposte (ma questo -ovviamente- dipende dagli sponsor: nella stragrande maggioranza dei casi le ricerche effettuate tramite Kayak sono risultate le più "invasive" di annunci e indirizzamenti). Negli ultimi 6 mesi abbiamo effettuato complessivamente un centinaio di prenotazioni ed abbiamo registrato che, generalmente, le offerte tra i diversi siti comparatori sono state quasi sempre equivalenti ma, per alcuni motivi che abbiamo sopra descritto e anche per una varietà di offerte consistenti, il sito comparatore che ci è risultato maggiormente utile, quasi costantemente, è stato Skyscanner mentre, in tre/quattro situazioni, l'offerta più conveniente o comunque la soluzione migliore per noi è stata quella di altri siti non presi in considerazione dai comparatori.



domenica 24 aprile 2016

scheda di presentazione: Privatesportshop.it


Privatesportshop.it è un sito gestito da una società francese e specializzato nella vendita di abbigliamento, attrezzatura e accessori sportivi. Vi si accede per iscrizione o per invito e propone diverse campagne di vendita a tempo, a rotazione, che interessano marchi conosciuti o meno. Nota non proprio positiva sono i tempi medi di consegna (intorno ai 30gg), a meno che non venga esplicitamente indicato il contrario.


LEGENDA:  tipologia: negozio o store mono o multimarca (collezioni attuali), outlet (collezioni di stagioni passate), shopping club (campagne di vendita di breve durata), gruppo d'acquisto (siti che offrono beni e servizi locali), temporary e-shop (negozi o outlet con vendite di breve durata) accessibilità/navigazione: valuta  il grado di accessibilità sia in termine tecnico che di intuizione (facilità nel capire come cercare gli articoli) rapporto qualità /prezzo: valuta il rapporto q/p degli articoli offerti regolarmente durante tutto l'anno, ad esclusione di periodi particolari, come quello dei saldi o di promozioni  disponibilità/assortimento della merce: valuta la disponibilità delle taglie, dei colori, dei modelli tempi/costi di spedizione: sono quelli dichiarati dal sito. 



mercoledì 20 aprile 2016

scheda di presentazione: Lastprice.it



Lastprice.it è un sito di abbigliamento e accessori per uomo e per donna gestito dalla società Grest srl, la stessa che, dal lontano 1986, gestisce anche un negozio tradizionale a Brescia (Euromoda). Oltre a marchi conosciuti come Dolce e Gabbana, Gucci, Bottega Veneta, ecc. vi si possono acquistare capi di abbigliamento a marchio Ken Barrell, prodotto proprio dalla Grest srl e distribuito anche all'estero.


LEGENDA:  tipologia: negozio o store mono o multimarca (collezioni attuali), outlet (collezioni di stagioni passate), shopping club (campagne di vendita di breve durata), gruppo d'acquisto (siti che offrono beni e servizi locali), temporary e-shop (negozi o outlet con vendite di breve durata) accessibilità/navigazione: valuta  il grado di accessibilità sia in termine tecnico che di intuizione (facilità nel capire come cercare gli articoli) rapporto qualità /prezzo: valuta il rapporto q/p degli articoli offerti regolarmente durante tutto l'anno, ad esclusione di periodi particolari, come quello dei saldi o di promozioni  disponibilità/assortimento della merce: valuta la disponibilità delle taglie, dei colori, dei modelli tempi/costi di spedizione: sono quelli dichiarati dal sito. 

mercoledì 6 aprile 2016

nuove segnalazioni di siti inaffidabili



Vi elenco nuovi siti che propongono la vendita di marchi prestigiosi ma che sono risultati assolutamente inaffidabili e dai quali vi consiglio di star alla larga. Accanto ai nomi di ognuno di questi siti, vi segnalo le anomalie più evidenti. Non chiedetevi nemmeno se vendono merce "fake", non ha alcuna importanza quando non si ha la garanzia che "qualcosa" vi venga consegnato, non vi pare? Questo a prescindere da qualsiasi opinione sul concetto "replica".

emanuelespano.it (vendita scarpe a marchio louboutin) nessuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal, pagina di pagamento non crittografata
carnevalispose.it (in realtà si viene reindirizzati a christianlouboutinsell.com, anche qui si vendono scarpe e accessori a marchio louboutin) nessuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal
michaelkors2016.com nessuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal, fornisce una email di contatto "free" (onlinemksaleservice@gmail.com), non sicura perchè non verificabile
ntwork.it (vendita scarpe a marchio nike) fornisce un contatto email "free" (ntwork201501@gmail.com), quindi non verificabile e pertanto non sicura; non fornisce alcuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal
tifanyoutlet2016.it (con una sola effe) nessuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal, la pagina dove avviene il pagamento non usa la crittografia
tripobox.it (vendita scarpe hogan) nessuna informazione sul venditore o sulla società, non accetta pagamento paypal, la pagina dove avviene il pagamento non usa la crittografia
bestsky.co (vendita borse a marchio LV) nessun dato legale o informazione sul venditore o sulla società,  non accetta pagamento paypal, fornisce una email di contatto "free" (customerservicesandy@csdeptmail.com) che fa riferimento a un altro sito (louisvuittonitgo.com), non più raggiungibile 
2015louisvuittonborsait.com (anche qui si vendono borse LV) nessuna informazione sulla società o venditore, non accetta pagamento paypal malgrado il suo logo sia presente nella home page; fornisce una email di contatto "free" (louisvuitton.server@hotmail.com)

Dai un'occhiata alle occasioni, alle promozioni e ai codici sconto del momento:


domenica 27 marzo 2016

rivisti & corretti: Le bugie corrono in rete



Ci sono parecchie "bufale"-o "leggende", chiamatele come volete- in merito alla sicurezza on line e purtroppo alcune di esse vengono talvolta supportate anche da blogger un pò distratti, da opinionisti non proprio disinteressati,  da utenti che s'improvvisano specialisti in questa o in quella materia, spesso senza nemmeno conoscere l'argomento.
Il facile accesso a internet non è solo una conquista, ma anche un limite, un terreno fertile per le persone che ne fanno cattivo uso, ad esempio con la pubblicazione di notizie artificiose o completamente false, per lo più con lo scopo di trarne profitto.
Vi elenco alcune di queste "bufale" che girano in rete:

IL PAGAMENTO CONTRASSEGNO è IL METODO PIU' SICURO PER LE TRANSAZIONI ON LINE: FALSO. Scegliendo questo metodo di pagamento NON avete affatto la certezza che il pacco che vi arriverà a casa conterrà effettivamente la merce che avete ordinato (come fate a sapere il contenuto effettivo- e non quello dichiarato- del pacco?). Aggiungete il fatto che in alcuni casi non vi viene rilasciata nemmeno una ricevuta dal corriere, per cui vi risulterebbe difficile persino dimostrare l'avvenuta consegna (ovviamente stiamo ipotizzando acquisti fatti da siti che non si conoscono e che non offrono abbastanza garanzie di sicurezza oppure da qualche sito di annunci e in particolare da qualche venditore disonesto).

IL PAGAMENTO EFFETTUATO CON PAYPAL METTE AL SICURO AL 100% DA EVENTUALI FRODI: FALSO. Questo metodo di pagamento è tra i più sicuri per le transazioni on line ma bisogna tener presente che ha dei margini di rischio, legati soprattutto al fatto che per aprire un conto Paypal può bastare un indirizzo mail "free" (gmail, hotmail, ecc.): chiunque potrebbe intestarsene uno e in qualunque momento cancellarlo senza possibilità di essere scoperto. Il consiglio quindi è di effettuare pagamento solo attraverso account Paypal verificati e non "free".


FARE ACQUISTI SU EBAY E' ASSOLUTAMENTE SICURO (BASTA LEGGERE I FEEDBACK DEL VENDITORE): FALSO. Ebay è un sito di aste on line e annunci e NON un vero e proprio negozio on line e fa da tramite tra coloro che mettono in vendita un oggetto e i potenziali acquirenti. Non si assume particolari responsabilità in caso di controversia tra le parti e offre come unico strumento di "garanzia" un sistema di feedback, facilmente eludibile, al quale l'utente (e potenziale acquirente) dovrebbe prestare attenzione.
Il feedback è un meccanismo di scambio di valutazioni sulla transazione che avviene tra compratore e venditore; il suo punteggio può essere falsificato da utenti che dispongono di più account o si accordano con altri e simulano delle finte vendite di oggetti (a se stessi o a terzi) per scambiarsi e aumentare rapidamente il proprio numero di feedback. L'unica verifica sui dati di iscrizione, a garanzia dell'univocità dell'account (una persona=un account), consiste nel calcolo del codice fiscale, facilmente falsificabile con i programmi disponibili in rete. Dunque, questo sistema non è del tutto affidabile (quantomeno non è l'unico dato da controllare).

LE RECENSIONI SUL WEB SONO SEMPRE ATTENDIBILI: FALSO. Le recensioni e i commenti presenti nei vari forum di discussione, blog o siti di "customer evaluation" (quei siti che danno una valutazione dei prodotti, servizi o negozi on line) non sempre sono attendibili al 100%: con il libero accesso a questi siti (spesso basta una registrazione anonima), chiunque può scrivere quello che vuole e non è affatto improbabile trovare giudizi di utenti che magari nemmeno hanno usufruito del servizio o addirittura di recensioni false e appositamente "costruite" da società avversarie, con l'evidente scopo di screditare la concorrenza.

FARE ACQUISTI DA NEGOZI PRESENTI SU FACEBOOK E' ASSOLUTAMENTE SICURO: FALSO. Anche su facebook i negozi devono fornire tutte le informazioni sulle società che li gestiscono: sede, nome amministratore, p.iva, ecc. e devono accettare formule di pagamento sicuri, come ad es. Paypal (ma con account verificato, mai "free"). Se non ci sono questi presupposti, lasciate perdere, mancano i principali requisiti di sicurezza (e vi ricordo che chiunque, senza alcun controllo, può aprire un account facebook).

Questa è una versione riveduta e corretta di un articolo pubblicato nel 2011. Se siete interessati a leggere la versione originale, eccovi il link: http://howbuylu.blogspot.it/2011/09/le-bugie-corrono-in-rete.html

martedì 22 marzo 2016

rivisti & corretti: Con Paypal è meglio?



Per fare acquisti su internet, esistono diversi metodi di pagamento: uno di questi è Paypal.
COS'E': Paypal è un conto on line (la cui apertura è gratuita) a cui può essere associata una carta di credito, anche prepagata, per effettuare gli acquisti in internet e anche per ricevere denaro (ad esempio a seguito di una compravendita su Ebay). Al momento è ritenuto uno dei metodi più sicuri per le transazioni on line, in quanto non fornisce al venditore i propri dati finanziari e protegge per l'intero valore dell'acquisto in caso non si riceva l'oggetto acquistato e regolarmente pagato.
Esistono tre tipi di conto: Personale, per i privati che vogliono solo acquistare on line; Premier, per i privati che vogliono sia acquistare che vendere (ad esempio su Ebay); Business, per i commercianti che hanno una partita iva. Tenete presente che in futuro potrete sempre cambiare idea e passare da un conto all'altro e che non pagherete mai una commissione sui vostri acquisti (mentre ne pagherà una chi vende).
Purtroppo qualche sito fa pagare una piccola quota nel caso venga utilizzato questo sistema di pagamento, per cui fate sempre attenzione al totale effettivo da versare.
COME APRIRE UN CONTO PAYPAL: Recatevi all'indirizzo www.paypal.it
Cliccate su "Registrati"
Nella pagina successiva vi verrà chiesto di scegliere il tipo di conto che volete aprire e il paese di residenza
Selezionate Italy, scegliete il conto (Personal, Premier, Business: se, ad esempio, siete interessati solo a fare acquisti on line, è sufficiente aprire il conto Personal)
Ora vi verranno chiesti i dati personali, l'indirizzo email e la password
Quindi, collegate una carta di credito o una prepagata al vostro conto Paypal
Ora potete entrate nel vostro conto (tenete presente che il saldo del conto non è quello della carta: per cui, per fare un esempio, se avete ricaricato la carta di 100 euro, questa somma non la vedrete sul conto Paypal. Viceversa, se siete venditori e ricevete un pagamento con questo sistema, vedrete subito la somma sul vostro conto)
ALCUNE COSE DA SAPERE...: Quando farete acquisti, basterà inserire il vostro indirizzo mail e la password, i vostri dati finanziari- ripeto-non saranno mai trasferiti al venditore. Paypal, per semplificare, fa da "garante" tra acquirente e venditore
Per poter utilizzare questo sistema di pagamento, sia l'acquirente che il venditore devono avere un conto Paypal
Non fate acquisti su un sito sconosciuto che non accetta questo metodo di pagamento
Seppure al momento Paypal risulti essere uno degli strumenti più sicuri per le transazioni sul web, state sempre all'erta e verificate le informazioni sulla società da cui state acquistando: sede, stato societario, nome amministratore, ecc. Dopo aver completato il pagamento, soprattutto se utilizzate un pc in condivisione, accertatevi che il collegamento con la pagina Paypal venga chiuso, in caso contrario fate logout.

Questa è una versione "riveduta e corretta" di un articolo pubblicato nel Marzo 2011. Se siete interessati a leggere l'originale, cliccate sul link qui sotto.
http://howbuylu.blogspot.it/2011/03/con-paypal-e-meglio-cose-e-come.html#comment-form

martedì 15 marzo 2016

rivisti & corretti: Ma il rimborso quando arriva???



Ecco alcuni consigli che potrebbero rivelarsi molto utili se, dopo aver effettuato un acquisto on line, decidessimo di avvalerci del diritto di recesso. Sono regole elementari, che non dovremmo dimenticare mai di mettere in atto: 1. conservare sempre i documenti che accompagnano la merce; 2. non buttare via l'involucro originale, almeno fino a quando non si è deciso di trattenere la merce; 3. dopo aver effettuato il reso, non cancellare mai l'eventuale email di conferma di arrivo della merce al magazzino.
Riguardo al rimborso, teniamo presente che se abbiamo pagato con carta di credito, riceveremo un riaccredito dell'importo corrispondente sulla stessa carta. Se invece abbiamo effettuato un pagamento in contanti, ci verrà chiesto di indicare un numero di carta di credito oppure il codice IBAN del nostro conto bancario. Per i tempi di effettivo rimborso si va da alcuni giorni a un mese di attesa...Vediamo ora cosa prevedono le condizioni di vendita di alcuni tra i più conosciuti siti on line, con particolare riferimento ai resi e, appunto, ai rimborsi.


YOOX.com : si possono rendere gli articoli entro 14 giorni dalla consegna; tempi di rimborso previsti: entro 4 giorni ( se il pagamento è stato effettuato con sistema Paypal) fino ai 10 giorni (se effettuato con carta di credito), a partire dalla data di consegna presso il magazzino Yoox. Se il pagamento è avvenuto con modalità contrassegno, il rimborso avverrà tramite bonifico bancario.
FASHIONIS.com : eventuale reso entro 14 giorni; rimborso previsto entro 15 giorni dalla data di ricezione del reso.
PRIVALIA.com : reso entro 14 giorni; tempi dichiarati per il rimborso: entro 48 ore dalla creazione di una nota di credito (che significa, più o meno, che il reso è stato accettato) per i pagamenti tramite Paypal; fino a 30 giorni per i pagamenti effettuati con carte di credito; fino a 7 giorni per quelli effettuati con Postepay
BUYVIP.com : reso entro 365 giorni; tempi di rimborso non indicati
SALDIPRIVATI.com : reso entro 14 giorni (entro 30 giorni se articoli acquistati anche da Vico42.Saldiprivati.com); rimborso entro 14 giorni dalla richiesta di recesso
E-PRICE.it : reso entro 14 giorni; rimborso previsto entro 14 giorni dalla richiesta di recesso
PRIVATEOUTLET.it : reso entro 30 giorni; rimborso entro 3 giorni dalla ricezione del reso in magazzino
PIUSTYLE.com : reso entro 15 giorni; rimborso previsto entro 30 giorni dalla consegna della merce restituita in magazzino.

Questa è una versione "riveduta e corretta" di un articolo pubblicato nel 2010. Se siete interessati a leggere la versione originale, eccovi il link: http://howbuylu.blogspot.it/2010/12/ma-il-rimborso-quando-arriva.html